SCONFITTA NETTA PER LA FONTEVIVAconad re fonteviva 3 0 po 

Fonteviva non pervenuta o quasi. Tutto facile per la Conad Reggio Emilia che si aggiudica gara uno dei play out senza neppure faticare eccessivamente. Troppo fallosa, troppo discontinua Massa che, dopo un primo set accettabile, si è quasi consegnata agli emiliani commettendo tanti errori e non trovando mai le soluzioni adeguate in attacco, a muro ed in difesa. Insomma, serata da dimenticare velocemente per concentrarsi subito su gara due che vedrà Conad ospite di Massa domenica prossima alle ore 18.00.


CONAD REGGIO EMILIA – ACQUA FONTEVIVA MASSA 3-0

Conad Reggio Emilia: Raffaele, Held, Iglesias, Sesto, Arienti, Bortolozzo, Bellini, Bonante,

Ferrari, Ippolito, Onwuelo, Cester, Morgese, Koraimann. All. Jan Henk Held; 2° all. Zambolin.

Acqua Fonteviva Massa: Bortolini, Cuk, Dolgopolov, Leoni, Briglia, Bolla, Bernieri di Lucca, Nannini, Calarco, Briata, Silva, Quarta, Biglino. All. Masini; 2° all. Urbani.

Arbitri: Davide Prati (Pavia) e Roberto Pozzi (Ticino Sesia Tanaro), addetto al video check Fabio Pasquali

Parziali: 25-21; 25-19; 25-19.

Non ha funzionato niente e da una parte è quasi meglio così. Una serata nera, un approccio errato alla sfida e pochi, anzi pochissimi, spiragli di luce. Gara uno dei play out restituisce al campionato una Fonteviva troppo brutta per essere vera ed il lato positivo della vicenda è proprio questo. Da qui in avanti si può solo fare meglio e, archiviata la serata storta del “Bigi”, la squadra oggi affidata a Masini deve assolutamente reagire davanti al proprio pubblico. Bastano pochi numeri per descrivere la prestazione di Massa: 38% complessivo in attacco e 48% in ricezione che paragonati rispettivamente al 49% ed al 67% di Reggio spiegano già molto. Numeri che non servono neppure a chi ha visto la sfida dal vero come il Presidente Italo Vullo.

“Abbiamo fatto una settimana di allenamento quasi perfetta ma poi non siamo riusciti a trasformarla in una prestazione accettabile – dice a fine gara il massimo dirigente toscano - Non ha funzionato quasi niente. In ricezione siamo stati fragili, a muro non abbiamo quasi mai saputo fare ciò che avevamo preparato in settimana. Abbiamo battuto molle ed in difesa difficilmente abbiamo tenuto le posizioni corrette. Insomma, una serata completamente negativa da mettere rapidamente alle spalle per pensare a domenica prossima. Siamo ad un punto della stagione in cui le contano i fatti e non le parole. Pensiamo a gara due. Dobbiamo rimboccarci le maniche e cercare di portare a casa la prossima sfida. A Reggio abbiamo giocato male anche in regular season e ci siamo ripetuti. Per salvarsi, però, almeno una vittoria al “bigi” dovremo ottenerla e quindi adesso testa bassa, proviamo a vincere la prossima e poi a tornare in Emilia con maggiore qualità e determinazion

1° set: Massa con Leoni e Cuk in diagonale, Biglino e Nannini al centro, Bolla e Calarco di banda e Bortolini libero. Padroni di casa con Iglesias in regia, Koraimann opposto, Ippolito e Bellini di banda, Bortolozzo e Ferrari al centro e Morgese libero. Reggio che utilizzava il cambio dell’under con l’ingresso di Held. Primo break con muro di Nannini su Bortolozzo (1-3). Cuk a ribadire ma equilibrio ristabilito dal servizio di Bellini (5-5). Equilibrio in una gara ricca di errori e di tensione (8-8). Gran colpo di Bolla per il punto 9 ma immediata risposta di Koraimann. Muro di Cuk per 10-10. Break di casa con attacco e ace dell’opposto austriaco di Reggio (12-10). Troppi errori Massa e fuga Conad (14-11) tempo Masini. Al ritorno in campo più quattro per gli emiliani (15-11 e 16-12). Ricezione errata di Calarco e più cinque (17-12). Dentro Silva. Sul 18-12 nuovo tempo Masini per una Fonteviva molto fallosa. Incredibile black out Massa che non trovava più il campo agevolando il compito di Reggio (19-12). Dentro Dolgopolov sul 22-16 per Conad. Doppio ace del palleggiatore ucraino e tempo Held. Al ritorno in campo Massa che si avvicinava fino al 24-21 e nuovo tempo Reggio. Chiusura emiliana con errore al servizio Massa;

2° set: inizio secondo parziale subito con Reggio a partire forte (2-0). Scadente la ricezione toscana e tutto facile per Conad (5-1). Tempo Masini. Al ritorno in campo ancora Massa in difficoltà (7-2). Fonteviva che sembrava offrirsi a Reggio giocando senza molto criterio e logica (8-2). Conad brava ad utilizzare le mani del muro toscano e Massa davvero in buca (10-3). Padroni di casa che mantenevano il più 7 (12-5), Massa che sembrava passare in questa fase quasi solamente al centro. Padroni di casa che volavano sul 14-6. Dentro Dolgopolov. Reggio che passava facile anche con le pallette (15-7). Dentro anche Silva (16-8). Tempo di uno sconsolato Masini sul 17-10 Reggio. Tutto troppo facile per gli emiliani (19-11). Chiusura a 19;

3° set: confermati Dolgopolov e Silva. Equilibrio fino al 6-6, poi break Reggio con muro Ferrari e ace Ippolito (8-6). Altro muro Ferrari, questa volta su Bolla e tempo Masini sul 9-6. Reggio in fiducia e Massa invece a cui non riusciva niente. Conad che volava sul 14-8 e poi sul 17-11. Anche il terzo set sfilava via veloce con una delle poche buone nuove di serata per Massa che era il rientro anche se parziale di Augusto Quarta. Nel finale comunque Massa tornava al meno quattro (20-16) ma un errore al servizio di Bolla rilanciava la fuga dei padroni di casa. Biglino per il 22-18. Chiusura a 19.


Il calendario della serie:

Gara 1: Conad Reggio Emilia – Acqua Fonteviva Massa 3-0

15 aprile ore 18.00 - Acqua Fonteviva Massa - Conad Reggio Emilia

22 aprile ore 18.00 - Conad Reggio Emilia – Acqua Fonteviva Massa

29 aprile ore 18.00 - Acqua Fonteviva Massa - Conad Reggio Emilia

6 maggio ore 18.00 - Conad Reggio Emilia – Acqua Fonteviva Massa

Scegli Categoria

Cerca nel sito

scuola federale di pallavolo

logo fipav nazionale

genitori bordo campo

 

fondazione giacomo sintini