MASSA RIPESCATA IN A2panchina a2

L’A2 c’è. Adesso manca la città. Calma piatta sotto il sole estivo di Massa. Calma piatta intorno alla Pallavolo Massa, la principale società sportiva cittadina, che a metà giugno ancora non sa quale sarà il suo futuro.

 

O meglio, Massa sa di avere in tasca il ripescaggio in Serie A e quindi di poter regalare per il secondo anno consecutivo un campionato di alto livello al suo territorio. Quello che non sa la Pallavolo Massa è però se la città questa categoria la vuole, la sente sua e quindi vive queste settimane come paralizzata in un limbo. Gli appelli delle settimane scorse da parte del vertice societario sono infatti caduti nel vuoto. “Non sentiamo la città al nostro fianco. Anzi c’è quasi soddisfazione se falliamo. Se Massa non reagisce e non ci dimostra fattivamente di tenere alla nostra realtà forse è meglio gettare la spugna”, aveva detto il Presidente Italo Vullo. Un grido di dolore a cui nessuno ha risposto. Nessuna parola dalla politica, ripiegata su se stessa e quasi paralizzata dalla contingenza elettorale, nessun segnale di apertura, sostegno a anche solo interesse dalle forze produttive cittadine. E così, mentre il resto che è praticamente caduto nel vuoto.  A dieci giorni di distanza da quelle dichiarazioni niente è accaduto e la Pallavolo Massa è indecisa tra rilanciare e confermarsi in Serie A2 o mollare tutto, comprese categorie minori e giovanili.

“Siamo contenti perché, anche se manca l’ufficialità, il ripescaggio in A2 è praticamente cosa fatta – afferma il Presidente Italo Vullo – Questa nostra gioia, però, è smorzata dal dover ancora una volta constatare come questa città sia del tutto indifferente alle vicissitudini della sua principale società sportiva. Siamo fermi con il mercato perché non abbiamo avuto segnali o anche solo parole di sostegno. Non si è mossa la politica e non si sono mosse le realtà produttive”.

Qualcosa si potrebbe muovere dopo il ballottaggio del 24 giugno? “Forse ma per noi è troppo tardi. Le settimane cruciali per decidere il futuro della Pallavolo Massa sono queste. Entro sette giorni dobbiamo prendere una decisione. Dopo tutta la fatica che abbiamo fatto per conquistare la Serie A non avrebbe senso ripartire da tornei minori ma non possiamo neppure attendere i tempi della politica per decidere. L’alternativa è chiara. O riusciamo a fare la Serie A2 o chiudiamo tutto”.

Scegli Categoria

Cerca nel sito

scuola federale di pallavolo

logo fipav nazionale

genitori bordo campo

 

fondazione giacomo sintini